Gherardo Colombo: «Prima di fare politica, io lascerei la toga»

2015 La Repubblica delle Idee – Day 2

L’ex pm di Mani pulite risponde alle domande di Liana Milella di Repubblica: «Chi ha avuto visibilità rischia di non essere imparziale.» E sul caso di Emiliano dice: «Diritto di candidarsi è inviolabile ma sono ragionevoli norme su tempi e luoghi».

«La Costituzione garantisce a un magistrato di candidarsi e di rientrare poi nell’ordine giudiziario. Io, per quel che riguarda me, se mai avessi deciso di entrare in politica, prima di candidarmi mi sarei dimesso dalla magistratura». Gherardo Colombo, il pm di Mani pulite che dieci anni fa ha lasciato la toga convinto che sia più utile educare i giovani alla legalità spiegando loro che c’è scritto nella Costituzione, parla con Repubblica delle nuove regole su toghe e politica. E dice che sarebbe opportuno differenziare le nuove regole che riguardano chi ha acquistato visibilità per le indagini fatte e chi no.

Alla Camera, lunedì, andrà in aula il ddl che detta un codice di comportamento sui tanti casi Emiliano di questi anni. Secondo lei una toga è libera di correre in politica come gli altri cittadini o deve rispettare dei netti limiti?
«Anche in questo caso dobbiamo partire dalla Costituzione. Leggendola si capisce bene che non possono essere stabiliti limiti alla eleggibilità dei magistrati perché l’articolo 51 è chiaro: “Tutti i cittadini possono accedere agli uffici pubblici e alle cariche elettive in condizioni di uguaglianza, secondo i requisiti stabiliti dalla legge”. La legge, quindi, non può introdurre condizioni che rendano il loro diritto a candidarsi discriminato rispetto a quello degli altri. Credo che non confliggerebbe con la Costituzione una norma che stabilisse che un magistrato non può candidarsi nel distretto in cui ha esercitato le sue funzioni se non dopo un periodo di una certa consistenza. Non credo che sarebbe coerente con la Carta una misura che imponesse analogo distacco temporale per candidarsi altrove».

vai a La Repubblica

LASCIA UN COMMENTO

SHARE THIS

IN VETRINA

VAI ALLE NOTIZIE DELL’ANSA

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi