PUBBLICITÀ

Se pensi che la libertà sia dire e fare la prima cosa che ti passa per il cervello: gira alla larga.

Se ti svegli la mattina e non pensi a cosa sia giusto fare, ma cosa convenga fare: gira alla larga.

Se non ti interessa esprimere un’idea discutibile e magari scomoda, ma tua, preferendo consegnare le chiavi del cervello a qualcuno che ritieni leader e carismatico: gira alla larga.

Se prima di prendere posizione ti chiedi quale posizione prenderà la tua cerchia, il tuo gruppo, la tua cricca, mettendo da parte le tue convinzioni: gira alla larga.

Se le idee del tuo avversario sono sempre idiote e quelle del tuo compare sono sempre geniali: gira alla larga.

Se pensi che l’etica e il bene siano vecchi arnesi per poveri illusi e inguaribili falliti: gira alla larga.

Se pensi che la vera autorevolezza l’abbia chi urla di più: gira alla larga.

Se pensi che i potenti siano più importanti di te: gira alla larga.

Se leggi libri, ascolti musica, guardi film che vanno per la maggiore, solo quelli e nient’altro: gira alla larga.

Se ti piace il politicamente corretto, se ti senti buono a costo di non essere giusto: gira alla larga.

Se non ce la fai a chiamare nero un uomo di colore, handicappato un diversamente abile, spazzino un operatore ecologico: gira alla larga.

Se ti vergogni delle tue idee: gira alla larga.

Se vuoi piacere a tutti: gira alla larga.

Questo luogo è fatto semplicemente per chi ama la libertà, quella vera, prima di tutto la libertà dai propri pregiudizi, dalla propria vanità, dal proprio egoismo. E’ fatto per chi cerca un po’ di verità, quel minimo di verità possibile agli uomini, sapendo che la verità è faticosa, scomoda, costosa, perché comporta sempre la rinuncia alle scorciatoie dell’opportunismo e del tornaconto personale. E’ fatto per chi non coltiva complessi di superiorità, ma neppure di inferiorità. E’ fatto per chi ama usare la propria testa, a costo di sentirsi solo.

Perché altroPensiero? E’ un altro pensiero, uno in più, rispetto a tutti quelli che ci vengono riversati dai tantissimi canali d’informazione e di opinione presenti sul mercato, nei giornali, nella televisione, nei social.

Ma è soprattutto un altro pensiero rispetto a quello conformista e dominante, che pochi diffondono e molti per paura, per pigrizia, per calcolo fanno docilmente propri.

Ogni giorno daremo un’occhiata al grande buffet della vita. Non prenderemo tutto. Ma di tutto. Prenderemo ciò che ci stuzzica davvero. Non siamo contro nessuno e a favore di nessuno per partito preso. Siamo semplicemente sudditi del libero pensiero.

PUBBLICITÀ